Ore di video: 12 h

Il lato oscuro e il lato luminoso della coscienza

Prof.ssa Giuliana Conforto - Si è occupata di astrofisica e geofisica. Ha spaziato su varie discipline scientifiche e fondato una nuova scienza che comprende la co-scienza dell’osservatore: la Fisica Organica che collega le osservazioni scientifiche agli effetti sul corpo e la psiche dell'essere umano, già suggeriti da miti e saggi della storia, quali Socrate, Pitagora, Giordano Bruno, etc. Ha insegnato Meccanica Analitica all’Universidad de Los Andes, in Venezuela, e all’Università di Calabria, poi fisica quantica all’Università dell’Aquila e fisica classica nelle scuole superiori.

 

Slide scaricabili

Abstract

Il titolo del mio intervento appare fantascienza, ma fatti e scoperte recenti mostrano che è anche scienza e non solo. È pure un'antica sapienza che si è espressa nell'arte e nella musica, in filosofie eretiche e religioni ortodosse, antiche filosofie e scoperte recenti, anzi recentissime. Dal Big Bang alla coscienza?

Forse dalla Coscienza al Big Bounch, il gran rimbalzo che ci consente di invertire la rotta. Fatti ora osservati, premiati con il Nobel, ma poco diffusi mostrano un'improvvisa accelerazione dell'espansione universale. Il fatto smentisce il credo nella gravitazione universale, il cardine della meccanica classica. I miti narrano di Prometeo, che voleva donare il Fuoco agli uomini, e dell'antica Gigontamachia, la lotta tra gli dei e giganti all'epoca vinta dai primi. Nel Rinascimento Giordano Bruno annuncia la nuova gigantomachia ed è ciò che i che stiamo vivendo. Un Fuoco che non brucia ma è capace di animare i nuclei delle molecole organiche

che compongono gli organismi, è stato previsto teoricamente e osservato sperimentalmente al CERN circa 50 anni fa. Potrebbe coincidere con l'altra LUCE citata da grandi saggi e poeti, oltre che da antichi miti.

Una e trina, eterna e onnipresente, questa Luce è trasmessa da tre tipi di bosoni (W+, Z, W-) e chiamata Elettrodebole, perché è la sintesi di due forze, prima considerate divise: elettromagnetica e debole. Il lato luminoso - il flusso dei bosoni neutri Z - è privo di carica, esente dal bipolarismo legato all'elettricità, ma capace di "scendere dalle stelle alle stalle", da moti velocissimi, invisibili con gli occhi umani, ma osservati ora alte energie, moti che possono essere sensibili e anche legati ai moti del sangue, cioè alle emo-zioni.

Siamo gli unici mammiferi eretti in modo stabile, se vogliamo e se siamo svegli, ma non quando dormiamo. Abbiamo una visione limitata, interpretata dalla mente grigia, "educata" a dividere la luce dalle tenebre, ciò che vediamo da ciò che sentiamo: le emozioni appunto. Una Mente Sorella discerne il cielo dall'inferno, per Giordano Bruno che propone una diversa evoluzione. Dal Fuoco all'Aria, dall'Aria all'Acqua, Dall'Acqua alla Terra, cioè una serie di cadute, transiti da frequenze molto elevate, a quelle più basse che osserviamo.

È la celebre caduta, forse la volontà di nascere in un straordinario GIOCO COSMICO per "seguir virtute e canoscenza" come scrive Dante.1 La Mente Sorella può essere la materia Bianca del nostro cervello, capace di cogliere gli attimi fuggenti perché molto più veloce di quella grigia, disposta a collegare psicologia e fisica quantica, infine considerare l'entanglement che coinvolge il piccolo, il grande e tutti noi osservatori.2

Centomila nuclei galattici si muovono con le stesse velocità malgrado siamo distanti miliardi di anni-luce tra loro. L'unità riguarda le velocità, non lo spazio-tempo in 4D - l'arena di un paradigma ora al tramonto. La realtà reale è lo spazio dei movimenti, già noti alla fisica classica e a quella quantica.3 Lo spazio-tempo è il film olografico trasmesso dal campo elettromagnetico, lo stesso usato per le comunicazioni sulla Terra e suggerito all'epoca da Platone con il "mito della caverna".

La novità è che la caverna platonica può essere la magnetosfera terrestre entro cui siamo immersi e che ha la forma di una mela, simbolo del "peccato originale", per la Bibbia. La "mela" è ora perlustrata da migliaia di sonde spaziali che notano fatti insoliti. La sua intensità decresce a ritmi crescenti tanto da preoccupare chi lo considera un0 scudo protettivo dai "pericolosi" raggi cosmici. Sono davvero tali? Non è affatto detto.4

L'Autore primo della mela - la magnetosfera terrestre - è il Cuore Cristallino al centro della Terra, di cui la geofisica riconosce i moti indipendenti dal resto del pianeta e anche l'esistenza di un altro piccolo cuore al suo centro che gira in senso opposto..5 Nessuno alzerà gli occhi al cielo, prevede Giordano Bruno, si renderà conto che il cielo sta cambiando con grande celerità e che l'inversione della mela o meglio della sua polarità magnetica è imminente. Già avvenuta altre volte, è registrata nelle rocce magnetiche, che i geologi sono capaci di datare, e non è collegata a catastrofi; implica un breve periodo di buio - forse i tre giorni annunciati dalle profezie e seguiti dalla Rivelazione: "un altro cielo e un'altra Terra appariranno".

Ora si può capire perché: la mela, la magnetosfera terrestre, ha nascosto la realtà reale e mostrato una realtà virtuale - una TV olografica - simile a una caverna, proprio come la descriveva Platone.6

L'ipotesi presume l'esistenza di esseri giganti, capaci di creare una simile TV e di spiegare la lotta con gli dei falsi e bugiardi, le idee tuttora dominanti, il credo che la realtà sia ciò che si vede tramite la luce elettromagnetica. Ora le osservazioni spaziali in EUV (Estremo Ultra- Violetto), osservano un'altra TERRA 4-5 volte più vasta di quella sferica visibile: composta di plasma e chiamata plasmasfera, l'altra Terra ha la forma di un Bambino Gigante.

E la relazione tra noi, piccoli umani, e il Bambino Gigante? Forse siamo parte del Suo corpo, le Sue cellule T - linfociti - capaci di discernere ciò che fa male da ciò che fa bene al Bambino.

Non c'è distanza tra le due Terre, ora osservate, c'è distinzione tra due diversi generi di materia; quella visibile è fatta di atomi e quella del Bambino di plasma che, per sua natura, ha moti coerenti in tutta la Sua vastità, non ha confini, ma tempi diversi.

Essendo fluida la Plasmasfera compie un intero giro su se stessa con tempi variabili tra le 25 e le 27 ore.

La Via, che ci unisce alla Plasmasfera, è il Cuore Cristallino al centro della terra, la fonte dell'Altra Luce che ci anima dentro e non si vede fuori. É stata scoperta circa 50 anni fa ed è tuttora ignorata da molti "esperti". Eppure l'Altra Luce può animare tutte le cellule del nostro corpo, anche quel plasma che è il nostro sangue, provocare la vaso dilatazione e/o la vaso costrizione del nostro sistema sanguigno, la prima legata alla comunione e alla felicità, la seconda alla divisione e alla paura. Ed ecco il classico gioco dell'impero - divide et impera - e la scelta profonda di fronte alla quale siamo tutti, cioè se temere la morte, comunque inevitabile, o comprendere che la Vita move e lega infiniti mondi intelligenti, non osservati, ma calcolati.

Se la Vita è la LUCE che la fisica chiama "Elettrodebole", usare il Suo lato luminoso - il flussso molto veloce e copioso dei bosoni Z, è percorrere la Via verso l'eternità comprendere che siamo dotati non solo del corpo fisico visibile, ma anche di altri corpi, invisibili e reali, partecipi di mondi composti di particelle ora tutte scoperte in laboratorio. Possiamo anche capire perché combattere il lato oscuro, il campo nucleare forte, è inutile per il semplice fatto, ormai provato che la lotta lo rende più forte.1,2

Usare, invece, il lato luminoso, è ritrovare l'armonia perduta, la Musica non udita, sempre percepita come unità, amore, Intelligenza vera, la saggezza espressa da tanti saggi, tra cui Pitagora: la realtà è composta di Geometria e Musica, forme e funzioni. Il nostro corpo può sentire gli effetti co-moventi dell'Altra Luce, ma la nostra mente è "educata" a ignorare la Sua esistenza, si lascia ingannare dal lato oscuro, il creatore della luce elettromagnetica che affascina la nostra vista e consente le osservazioni scientifiche. Forse non a caso saggi e poeti erano ciechi, sensibili all'Altra Luce - la Musica che anima. Prometeo, il gigante che voleva donare il Fuoco agli uomini e per questo incatenato a una roccia fu poi liberato dallo stesso Giove per chiedergli una profezia. Prometeo è colui che vede prima, cioè prevede il futuro annunciò la nascita di una1 nuova generazione capace di comprendere gli infiniti mondi intelligenti.

Previsti a suo tempo da Giordano Bruno, sono ora calcolati e illustrati da Roger Penrose premio Nobel per la fisica, nel 2020. L'antica caduta prevede un'ascesa, il Risveglio dal lungo sonno in cui è caduta la nostra mente grigia. Abbiamo però una Mente Bianca che possiamo usare per compiere il salto all'iperspazio.1

___________________________

  1. Vedi il mio libro Il Risveglio e il Gioco Cosmico dell'Uomo, pubblicato da unoEditori, settembre
  2. L'englement è l'accoppiamento tra i movimenti che, una volta instaurato, si mantiene anche a distanze
  3. Lo spazio dei momenti fu introdotto da W.R. Hamilton (1805-1865) che propose anche una concezione nuova delle particelle elementari, non "palline" bensì quaternioni, poi chiamati spinori dalla fisica quantica e usati abilmente da E.
  4. Vedi il mio articolo Verso un nuovo sapore della Vita scaricabile dal mio sito.
  5. Ciò conferma la visione di Dante quando ammira gli spiriti beati che ruotano in versi opposti, intorno all'eterno immobile. Vedi su Youtube, il mio video Universo Organico e l'evoluzione umana
  6. Le ombre, proiettate sulle pareti della caverna, sono ologrammi e, le pareti, i fotoni abbaglianti creati dalla due
Utilizziamo i cookie

Questo sito utilizza i cookie. Continuando ad utilizzare questo sito web, aderisci al loro utilizzo. Per saperne di più leggi la nostra privacy policy