Ore di video: 12 h

Introduzione al Convegno: TzimTzum and / or Big Bang, this is the question

Prof. Ernesto Burgio - Medico Pediatra, esperto di epigenetica e biologia molecolare. Membro di importanti istituti e società scientifiche, tra cui: ECERI - Istituto Europeo di Ricerca su Cancro e Ambiente (Bruxelles); ARTAC - Associazione di Ricerca per Terapie Anticancro (Parigi).

 

Slide scaricabili

Abstract

TZIMTZUM (o tzim tzum) è un'antica parola ebraica צצמ†ו)ם†) che significa letteralmente "ritrazione" o "contrazione" ed è utilizzata originariamente dai cabalisti in riferimento all'idea di una "autolimitazione" di Dio che si "ritrae" nell'atto della creazione del mondo. Il termine è specialmente usato negli insegnamenti della Cabala lurianica per spiegare la dottrina di Dio che iniziò il processo della Creazione "contraendo" la sua Luce infinita per permettere che si producesse uno SPAZIO CONCETTUALE dove reami finiti e apparentemente indipendenti potessero esistere.

Il BIG BANG è un modello cosmologico basato sull'idea che l’Universo iniziò a espandersi a velocità elevatissima in un tempo finito nel passato a partire da una condizione di curvatura, temperatura e densità estreme. Ma procedendo idealmente a ritroso nel tempo, in un processo inverso all'espansione, densità e temperatura aumentano fino a un ISTANTE IN CUI QUESTI VALORI TENDONO ALL'INFINITO E IL VOLUME TENDE A ZERO, E LE ATTUALI TEORIE FISICHE NON SONO PIÙ APPLICABILI (SINGOLARITÀ). In entrambi i modelli il MISTERO rimane, inattingibile alla mente dell’uomo, alle soglie dello SPAZIO-TEMPO.

Utilizziamo i cookie

Questo sito utilizza i cookie. Continuando ad utilizzare questo sito web, aderisci al loro utilizzo. Per saperne di più leggi la nostra privacy policy